Blog: http://ciccio.ilcannocchiale.it

Dice Romiti al Riformista

Dice al Riformista Cesare Romiti che, per la vicenda Unipol-Bnl, “Massimo D’Alema e Piero Fassino, ma anche molti altri dirigenti dei Ds, compreso, eccome, il candidato leader del Partito democratico Walter Veltroni, dovrebbero essere giudicati e condannati”. Ma per motivi esattamente opposti a quelli addotti dalla dottoressa Clementina Forleo. E ben più gravi. Secondo Romiti, infatti, il gruppo dirigente della Quercia è colpevole “di aver contribuito in modo determinante, soprattutto a causa dei suoi litigi interni, al fallimento di una scalata assolutamente legittima sotto ogni profilo, pienamente rispondente agli interessi nazionali, del tutto in linea con la storia e i valori della sinistra. Di questo fallimento è il Paese a pagare le conseguenze”.

Sul Riformista di oggi. Applausi.

Pubblicato il 24/7/2007 alle 15.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web